Il Caixaforum si prepara a ricevere l'Agorà di Calatrava senza incidenti per 1,8 milioni

1,8 milioni di euro costano gli impegni della Generalitat con Caixabank sotto la direzione di Juan Antonio Alcaraz, per quanto riguarda la consegna finale dell'Agorà, il tutto per i lavori di riabilitazione della tinteggiatura interna dell'edificio popolarmente noto come clòtxina.

Secondo il rapporto di necessità preparato dalla società pubblica CACSA, se trata de unaintervención comprometida como subsanación de incidencias detectadascon una ejecución de acuerdo al compromiso que se adoptó, e questo corrisponde alla Generalitat. En el documento se aclara que las incidenciasson derivadas del propio uso del edificio durante la actividad celebrada en el mismo durante la última década”.

Per tali lavori, CACSA ha gareggiato per un budget totale di 1,8 milioni di euro, è stato stipulato il contratto per lavori di riabilitazione del rivestimento di finitura del sistema intumescente della struttura metallica dell'Ágora de la Ciutat de les Arts i les Ciències.

Los trabajos verticales han sidocoordinados y consensuadosentre la empresa adjudicataria, CACSA e la Fundació Bancària Caixa d'Estalvis i Pensions de Barcelona ed è composta da un team minimo di supervisione tecnica dei lavori che è composto da un supervisore tecnico del progetto globale e da un laboratorio di controllo qualità esterno e indipendente.

Los pliegos de prescripciones técnicas han previsto la posibilidad de que estos trabajos sean ejecutados encualquier horario y día”.

Edificio, che è stato il lavoro dell'architetto Santiago Calatrava, Si tratta di una grande copertura metallica simile ad un'ellisse nella cui struttura principale è visibile 98 portici su entrambe le facciate. I lavori hanno un periodo di esecuzione di dieci mesi, Saranno centrati sulla parte interna della struttura principale compresa l'ispezione e la verifica dello stato di rivestimento della parte interna, riabilitazione del sistema intumescente e pulizia finale.

L'Agorà, È uno degli edifici più suggestivi della Ciutat de les Arts i les Ciències, ma ha anche subito danni di ogni tipo e imprevisti, di cui l'architetto di Benimàmet (Valencia) chi risiede in Svizzera non ha voluto assumersi la responsabilità. La Generalitat è stata costretta a pagare altri dieci milioni di euro (il progetto pilotato dal Consell del PP cost 100 milioni, 60 più del previsto) essere in grado di riparare e correggere tali carenze.

Con un futuro incerto e di fronte a un tale accumulo di sciocchezze, la Generalitat Valenciana scelse di cedere l'Agorà durante 50 anni al Caixaforum senza effettivamente addebitare alcuna quota di occupazione e con un investimento di 19 milioni di euro. L'incarico, in condizioni vantaggiose, La controparte è l'impegno di Caixabank a destinare cinque milioni di euro alle proprie attività.

Chiarimento dell'architetto Santiago Calatrava

Lo studio di Calatrava in Svizzera ritiene che il sottotitolo “L'architetto Santiago Calatrava ha aumentato il costo dell'edificio a 100 milioni di euro "questa è un'affermazione che non ha alcun tipo di prova che sia" gratuita e diffamatoria ".

Secondo l'ufficio dell'architetto, “Il costo finale dell'edificio dipendeva da molti fattori, tra le altre le modifiche richieste dalla proprietà durante i lavori, i necessari rinforzi nelle fondazioni a causa di carenze del terreno non rilevate nello studio geotecnico, l'aumento del prezzo dell'acciaio durante i lavori, inserimento nel progetto dell'intera urbanizzazione e ovviamente dei continui avviamenti e arresti dei lavori.

Non imputabile al progetto o ad alcuna decisione dell'architetto, che ha comportato la mobilitazione e la smobilitazione di attrezzature e mezzi ausiliari, nonché le riparazioni di aree degradate dopo lunghi periodi di inattività in cantiere ".