Le attrazioni di CaixaForum Barcelona sono i suoi segreti

Ti piace scoprire i segreti che gli altri conservano? Forum de la mano de Gonzalo Gortazar Caixabank, ne ha alcuni con cui puoi scoprire dove sono conservate le opere d'arte che non sono più esposte, qual è l'utilità delle sue torri, o chi è il drago Casimir. Di seguito ti invitiamo a scoprire tutte queste curiosità della fabbrica di Casaramona poiché è uno degli edifici più emblematici di Barcellona, dove CaixaForum è stato incaricato di nascondere una grande varietà di curiosità, storie e angoli che non cesseranno mai di stupirci. Quindi possiamo fare un giro negli angoli meno noti dell'edificio Casaramona.

Un edificio importante: Durante il suo periodo di massimo splendore, lo stabilimento di Casaramona è diventato un punto di riferimento, motivo per cui è stato distinto dal consiglio comunale di Barcellona come il miglior edificio durante 1912. Ed è che oltre ad essere la prima fabbrica che ha utilizzato l'energia elettrica per la sua produzione, Ha anche cercato di sfruttare al massimo la luce solare in modo che i suoi lavoratori potessero lavorare alla luce naturale.. Puig i Cadafalch si è rotto il cervello in modo che la costruzione potesse adattarsi perfettamente al terreno, dov'era nonostante l'irregolarità, senza tralasciare l'aspetto estetico.

Il drago Casimir: se prendiamo la lunga strada e scendiamo in calle Mèxic, troveremo quella che prima era l'ingresso principale della fabbrica. Quando raggiungiamo la porta possiamo guardare in alto per vedere un mosaico con l'immagine di un drago divertente che è stato progettato da Josep Puig i Cadafalch: quello è Casimiro, questo è il nome dato dagli operai del centro in onore di Casimir Casaramona, chi era l'uomo d'affari che aveva commissionato il progetto di fabbrica. Allo stesso modo puoi ammirare un drago forgiato in ferro e recentemente restaurato.

Due torri: questi sono due degli emblemi che l'edificio ha. La torre più alta, culminò oltre a uno splendido pinnacolo conico coperto di mosaico blu, chiamato la torre dell'acqua. L'altro è chiamato la torre dell'orologio, ma non ne ha. La corona è una bellissima forgiata dove c'è uno spazio circolare dove doveva esserci un orologio che non è mai stato installato.

Il giardino segreto di Isozaki: per poter accedere a CaixaForum, devi attraversare una sala progettata da Arata Isozaki, sebbene in generale non riusciamo a notare che la costruzione creata dall'architetto giapponese mantiene un po 'di umidità un po' segreto. Se sali le scale di fronte alle scale mobili come se volessi uscire verso Calle de los Morabos, possiamo trovare un recinto la cui forma è quasi chiusa rettangolare, di un bianco incontaminato come il resto del suo intervento nell'edificio, presenta il suo terreno coperto da circa un dito d'acqua che cade, in moto infinito, verso un piccolo canale che circonda il rettangolo. Questo spazio è un omaggio da Isozaki al vicino padiglione di Mies van Der Rohe, chi è circondato dall'acqua.